Se hai deciso di andare al mare o in montagna devi ricordarti anche di proteggere la tua pelle dal sole onde evitare spiacevoli scottature.
Se sei di pelle scura basta mettere una crema solare con fattore da 15 a 20 mentre se hai una pelle chiara sempre meglio iniziare con una protezione alta SPF 50.

Tra i consigli principali per proteggersi troviamo:

  • Bere molta acqua, che idrata il corpo e fa bene alla pelle, infatti i raggi solari insieme all’acqua marina ad alta concentrazione di sodio, tendono a seccarla.
  • Indossare cappello e occhiali da sole per proteggersi dai raggi UV.
  • Esporsi in modo graduale, iniziare con un paio di ore per poi aumentare di giorno in giorno.
  • Evitare il sole nelle ore centrali della giornata, da mezzogiorno alle quattro di pomeriggio dove le radiazioni fanno più male.
  • Applicare la protezione mezz’ora prima dell’esposizione al sole.
  • Assumere integratori che proteggono la pelle e che aiutano a stimolare la melanina.
  • Applicare una crema lenitiva dopo-sole per rinfrescare la pelle, mantenendo l’abbronzatura.

A cosa serve il dopo-sole?
Per avere un abbronzatura perfetta bisogna prendersi cura della pelle, prima, durante e soprattutto dopo l’esposizione al sole.
Durante la notte infatti si può preservare al meglio l’abbronzatura, aumentandone la durata mantenendo una pelle sana e morbida.

Anche il dopo-sole però va scelto in base al tipo di pelle:

  • se la nostra pelle non ha particolari problemi di sensibilità possiamo trovare le formule light, idratanti ad assorbimento rapido
  • se si ha una pelle secca e disidratata meglio puntare su una crema ricca e nutriente dalla texture più spessa
  • la pelle più sensibile deve prestare attenzione alla reidratazione dopo l’esposizione al sole, senza sottovalutare la sensazione di calore, il rossore e il prurito, si consiglia quindi una crema ricca che abbia proprietà anti-rossore e altamente lenitive (ad esempio con estratto di aloe vera)

I prodotti dopo-sole quindi aiutano a idratare, lenire, rinfrescare e calmare la pelle, ripristinando le normali funzioni auto-riparatrici, con funzione anti-radicali e anti-invecchiamento.
Da ricordare che i dopo-sole non hanno proprietà curative, né hanno effetti preventivi e protettivi nei confronti del sole. Se la pelle presenta scottature gravi e lesioni è altamente consigliato consultare un medico che proporrà delle soluzioni farmaceutiche più importanti.

Quando va applicato?
Il dopo-sole può essere applicato dopo la doccia, con un massaggio leggero su tutto il corpo e steso con uno strato leggero nelle zone arrossate lasciandolo per 10 minuti come impacco.
Anche per il viso si può usare il dopo-sole come maschera e rimuovendo gli eccessi dopo mezz’ora con un batuffolo di cotone o un asciugamano morbido inumidito con acqua tiepida.
Può essere applicato più volte se si sente la pelle secca e sofferente, e tutte le volte che se ne sente la necessità, soprattutto quando la pelle è accaldata e irritata.

L’ombrellone aiuta a proteggerci dal sole?
L’ombrellone al mare è utile ma non assicura una difesa massima dai raggi UV, che penetrano nella pelle provocando eritemi, scottature, insolazioni e danni alla vista.
Quindi bisogna proteggersi ugualmente con la crema solare, mettere gli occhiali da sole e qualcosa per coprire la testa per proteggersi dai raggi UVA e UVB.
L’abbronzatura sotto l’ombrellone può essere un’alternativa per chi non può esporsi in maniera diretta al sole, salvaguardando la propria salute.
Stare all’ombra è sicuro fino ad un certo punto, i raggi UV possono ad ogni modo raggiungere la pelle tramite qualche parete riflessiva o in maniera indiretta. É quindi importante applicare sempre una protezione UV anche bassa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE….