SPEDIZIONI GRATUITE SOPRA I 50€ |  -20€ sul primo ordine e private sale solo per gli iscritti alla newsletter

Facebook That'so Instagram That'so

Assistenza WhatsApp

Follow us on

Molecola DHA: l’estate è dietro l’angolo!

DHA e Autoabbronzanti

Il desiderio di una tintarella perfetta in ogni momento dell’anno spinge sempre più di noi – e in particolare tutti gli accaniti tan lovers – all’utilizzo di trattamenti cosmetici autoabbronzanti: un modo intelligente, veloce e sicuro per sfoggiare un colorito ambrato e impeccabile ogni volta che lo si desidera. 

Gli autoabbronzanti sono prodotti perfetti per ogni stagione ma ideali per questo periodo dell’anno, quando si organizzano i primi weekend fuori porta e la prova costume si fa ancora più dura da superare con il pallore tipico della stagione invernale.

Gli autoabbronzanti oggi si sono evoluti rispetto al passato, sono prodotti sicuri che rendono la pelle non solo abbronzata ma anche più sana. Possono sfocare le imperfezioni e uniformare il tono della pelle su qualsiasi carnagione e spesso includono nelle formule l’ulteriore vantaggio di ingredienti che idratano la pelle, o ingredienti anti-age che aiutano a distendere le rughe migliorando il tono e l’elasticità della pelle. Gli autoabbronzanti viso e corpo garantiscono un colore perfettamente naturale e luminoso proprio come quello ottenuto dopo un weekend al sole.

Il DHA: cos’è e perché è usato negli autoabbronzanti

Se sei una fan dell’autoabbronzante, avrai senza dubbio sentito parlare del DHA. Forse sei anche vagamente consapevole che è l’ingrediente chiave responsabile nel dare alla pelle un bagliore dorato. Ma cos’è effettivamente il DHA? Ti sei mai chiesta come cambia magicamente il colore della pelle?

Gli autoabbronzanti contengono il DHA (dihydroxyacetone), un principio attivo derivato da fonti vegetali come le canne da zucchero, prodotto da un processo di fermentazione naturale che entrando a contatto con gli enzimi della pelle, provoca la comparsa del colore sulla cute grazie all’ossidazione delle cellule superficiali della pelle. Negli anni ’50, una ricercatrice di nome Eva Wittgenstein notò che un dolcificante per diabetici che stava testando macchiava la pelle dei pazienti, ma non i loro vestiti. Fu così che scoprì che il DHA poteva colorare in sicurezza gli strati esterni dell’epidermide. Se ti sei persa l’articolo sulla storia degli autoabbronzanti puoi leggerlo qui.

Quindi, come funziona il DHA per indurre l’aspetto dell’abbronzatura? Il DHA reagisce chimicamente con gli amminoacidi presenti nello strato corneo della pelle. Questa reazione è nota come “reazione di Maillard” e produce pigmenti chiamati melanoidine, cioè pigmenti che “simulano” la pigmentazione prodotta dalla melanina. È una semplice reazione chimica, sicura, che non richiede raggi del sole per essere attivata. Quindi l’uso di un autoabbronzante per ottenere un bagliore baciato dal sole è ampiamente considerato più sicuro rispetto all’abbronzatura tradizionale in quanto non è necessario esporre la pelle ai dannosi raggi UV . Se applicato localmente, il DHA non viene assorbito attraverso la pelle nel corpo e non è tossico. Di certo ricorrere a un’abbronzatura finta è notevolmente più sicuro che sdraiarsi al sole o su un lettino abbronzante, i cui effetti negativi, evidenti a lungo termine sulla pelle, sono ormai noti a tutti.

Come usare gli autoabbronzanti

L’effetto sunkissed degli autoabbronzanti di ultima generazione, proprio grazie al DHA, è immediato, facilissimo da ottenere e soprattutto no-transfer.
Ma ecco alcuni trucchetti di applicazione per rendere la tua autoabbronzatura prêt-à-porter ancora più naturale, perfetta da sfoggiare ora che la bella stagione è in arrivo! 

Come prima cosa, prima di procedere all’applicazione dell’autoabbronzante, è preferibile utilizzare un gel esfoliante che prepara la pelle per un’abbronzatura impeccabile prolungandone la durata, questo garantirà un risultato omogeneo a prova di macchie e striature.

Inizia poi dal viso e con una piccola quantità di prodotto, senza dimenticarsi i contorni del volto e soprattutto il collo per scongiurare un antiestetico effetto bi-color!

Per quanto riguarda il corpo, aiutati a stendere il prodotto con un apposito guanto pensato per favorire l’applicazione attraverso ampi movimenti circolari, simili a un massaggio che ti daranno un’abbronzatura uniforme e duratura.

La regola empirica di base per l’utilizzo di un prodotto autoabbronzante è applicarlo la sera o la mattina prima di andare al lavoro per dargli tutto il tempo di fissarsi sulla pelle. Si dovrebbe anche evitare, subito dopo l’applicazione, di fare docce o immergersi nella vasca. Una volta che il DHA viene applicato sulla cute, occorrono dalle due alle quattro ore affinché si possa produrre un effetto abbronzante, che può intensificarsi nelle successive 24-72 ore. Si tratta dunque di un colore superficiale, dalla durata limitata nel tempo. La colorazione che si ottiene infatti sbiadisce gradualmente – generalmente dopo circa 4/5 giorni – una volta che lo strato superficiale della cute si rigenera.  

Autoabbronzante: quale scegliere

La scelta di un prodotto abbronzante senza sole può essere un processo complicato se non si sa da dove cominciare! Al giorno d’oggi ci sono molti prodotti diversi sul mercato, il che è fantastico per fornirci opzioni, ma può anche rendere le cose più confuse. Ci sono mousse, lozioni, sieri, creme, gocce e persino salviette abbronzanti. 

Ecco alcuni suggerimenti.

Per chi ha la pelle naturalmente secca, consigliamo di provare autoabbronzante che aggiungerà un po’ di idratazione extra. L’Aloe Vera è anche un ottimo ingrediente a cui prestare attenzione nei prodotti abbronzanti. I suoi composti bioattivi sono ricchi di vitamina A, vitamina B, vitamina C, vitamina D e vitamina E, oltre a minerali come magnesio, potassio e zinco. 

Per il viso si può optare per un autoabbronzante con idratazione intensa o con formula anti-age. Per una abbronzatura perfetta e di facile utilizzo è meglio prediligere un autoabbronzante in spray professionale o in mousse dalla texture leggera, queste formule si fondono nella pelle senza sforzo; quindi, è molto più difficile sbagliare. Infine, per rimuovere completamente un autoabbronzante si può utilizzare una mousse remover con effetto addolcente sulla pelle.

I VANTAGGI THAT'SO

SPEDIZIONE GRAUITA
Sopra i 50€
OFFERTE ESCLUSIVE
Riservate agli iscritti alla newsletter
COMPRA ORA PAGA DOPO
con Klarna 
SPEDIZIONE EXPRESS Tutti gli ordini ricevuti prima delle 12.00 vengono spediti il giorno stesso

Scopri in anteprima le novità di That’so:
non perderti i nostri Consigli di Bellezza dedicati ai piccoli momenti beauty della tua giornata! In più approfitta dello
sconto di 20€ sul tuo primo ordine.