Qual è il modo migliore per ottenere un colorito dorato e duraturo? Come abbronzarsi bene senza correre rischi per la propria pelle?

In estate (e non solo) la corsa all’abbronzatura perfetta porta moltissime persone a cercare il metodo migliore per abbronzarsi velocemente e in maniera uniforme. Spesso però l’errore è in agguato e si incorre in comportamenti che risultano pericolosi per la pelle! Sei sicura di sapere proprio tutti i segreti per un’abbronzatura invidiabile? Scopri di più sul nostro decalogo in cui ti sveleremo tutti i segreti e le curiosità legate alla tintarella!

  1. Ci si abbronza anche all’ombra!

Anche quando ti trovi sotto l’ombrellone o in zone ombrose la tua pelle è esposta al sole: infatti più del 50% dei raggi ultravioletti arriva al corpo, a causa delle radiazioni diffuse e del riverbero sull’acqua e sulla sabbia. Ricorda di applicare una buona protezione solare in tutti i momenti, anche quando il meteo è incerto e il cielo nuvoloso o decidi di rimanere sotto l’ombrellone!

  1. Le ore tra le 11:00 e le 16:00 sono davvero le più pericolose

Spesso per abbronzarsi bene si pensa che sia necessario passare moltissimo tempo esposti al sole, ma è importante evitare l’esposizione nelle ore in cui il sole scotta di più, tra le 11:00 e le 16:00. In questa fascia oraria, infatti, l’irraggiamento e i raggi UVB sono alla loro massima intensità. Gli UVB sono i più pericolosi perché sono la causa delle ustioni e dell’invecchiamento cutaneo, oltre ad essere potenzialmente pericolosi anche per l’insorgere di melanomi. Evitate questi orari, otterrete comunque un colorito perfetto esponendovi durante le ore in cui i raggi sono meno aggressivi per la pelle.

  1. Con la protezione solare NON TI ABBRONZI MENO!

Per abbronzarsi bene e in maniera sicura è fondamentale l’utilizzo della protezione solare! Una credenza comune è che applicando creme e lozioni solari ci si abbronzi meno, ma è assolutamente falso! Applicando una buona protezione solare si ottiene un’abbronzatura più lenta e graduale ma non per questo meno intensa. Anzi, il colorito dell’incarnato sarà più duraturo e la pelle protetta dai pericoli relativi a una scorretta esposizione al sole. Hai già provato l’innovativa tecnologia a SPF incrementale dei solari That’so? Scopri di più!

  1. Il sole invecchia la pelle: proteggiti!

Prendere il sole è un momento di relax durante le vacanze o nel tempo libero e regala alla pelle un colorito meraviglioso. I raggi solari, di contro, causano un’accelerazione nell’invecchiamento cutaneo. Ciò è dovuto da una degenerazione dell’elastina e del collagene che portano ad una perdita dell’elasticità del tessuto. Ricorda quindi di proteggere sempre la tua pelle con un buon solare che ti permetta di minimizzare tali conseguenze sul tuo corpo e che possa regalarti un colorito invidiabile.

  1. Fototipo: qual è il tuo e come comportarsi?

Il fototipo non è altro che la reazione al sole determinata dal proprio colore degli occhi e dei capelli.

  • Fototipo 1 CARNAGIONE CHIARA/ OCCHI VERDI O AZZURRI ed EFELIDI: la melanina è minima o quasi assente, è consigliabile limitare l’esposizione al sole e utilizzare protezioni SPF 50+.
  • Fototipo 2 CARNAGIONE CHIARA/CAPELLI BIONDO SCURO O CASTANO CHIARO: l’esposizione al sole deve avvenire con una protezione solare SPF 50/SPF 30.
  • Fototipo 3 CARNAGIONE MEDIO-SCURA/CAPELLI CASTANI: è consigliabile una protezione SPF 25/ SPF 20
  • Fototipo 4 CARNAGIONE OLIVASTRA/ CAPELLI CASTANI: è sufficiente una protezione bassa SPF 20/ SPF 15
  • Fototipo 5 e 6 CARNAGIONE SCURA/NERA E CAPELLI SCURI: basta una protezione minima SPF 10, pelli di questo tipo sono meno sensibili ai raggi solari.
  1. Dipendenza da abbronzatura: la conosci?

Abbronzarsi bene per avere un aspetto migliore è l’obiettivo di molti e spesso ci si impegna con tutti i mezzi per raggiungere il risultato desiderato nel minor tempo possibile ma… senza esagerare! Ci sono, infatti, persone che sviluppano un attaccamento esagerato a questo aspetto facendolo divenire una vera e propria dipendenza: la tanoressia. All’origine di questa ossessione risiede un meccanismo molto simile a quello della dipendenza da droghe, solo che in questo caso la dipendenza deriva dagli “ormoni del benessere” (beta-endorfine) prodotte dal corpo durante l’esposizione solare.

  1. Applicare la protezione almeno 30 minuti pima dell’esposizione

Applicare il solare almeno mezz’ora prima di mettersi al sole è importante per far si che essa penetri in profondità e garantisca il massimo rendimento come protezione per la pelle. È importate utilizzarla più volte durante la giornata perché acqua e sudore potrebbero eliminarla, lasciando scoperta la cute.

  1. L’acqua velocizza l’abbronzatura, ma attenzione!

Prendere il sole in riva al mare, a bordo piscina o comodamente distese sul proprio materassino velocizza l’abbronzatura poiché oltre ai raggi diretti del sole si viene colpiti da quelli riflessi dall’acqua. In questi casi è necessario prestare maggiore attenzione e utilizzare una protezione a SPF molto alto e applicarla in maniera più frequente per evitare spiacevoli scottature.

  1. L’idratazione è fondamentale

L’esposizione al sole comporta spesso anche l’esposizione a temperature molto elevate e ad una sudorazione maggiore. Ricorda di bere molta acqua per mantenere idratati il tuo corpo e la tua pelle nella maniera corretta.

  1. Il post abbronzatura: cosa fare

Dopo una giornata al sole ricorda di utilizzare un bagno doccia delicato e una lozione doposole molto idratante per evitare danni alla cute e per nutrire i tessuti. Scopri tutta la proposta That’so e preparati per un’abbronzatura da far girare la testa!

La tecnologia SPF incrementale dei solari That’so ti permette di avere tre differenti protezioni in un unico prodotto: la schermatura, infatti, aumenta ad ogni strato di applicazione. Alla prima passata si otterrà la protezione base indicata in etichetta. Con un secondo strato nella stessa zona dopo circa 10 minuti la protezione aumenterà al livello intermedio e ad una terza, sempre dopo 10 minuti, la pelle sarà protetta dalla schermatura massima consentita dal prodotto. In questo modo potrai scegliere diversi livelli di protezione per le diverse zone del corpo, in modo da ottenere un colorito più  omogeo, oltre ad avere la comodità di tre prodotti in uno.

Cosa aspetti? Porta i prodotti That’so con te nel tuo prossimo viaggio!